STAZIONE ELETTRICA DI CONVERSIONE
CODRONGIANOS

Secondo il calendario rurale della Sardegna il Capodanno cade a settembre, in sardo “cabudanni”, quando ricominciavano i cicli produttivi nei campi. Anche i nomi dei mesi rispecchiano il legame con la vita: il mese di giugno, Mes’e Làmpadas (mese delle lampade), è legato alla luce, quella devozionale e quella che è simbolo di rinascita: is làmpadas, le luci, i grossi falò che si accendono ancora oggi in onore di San Giovanni in tutta l’isola, in cui si bruciano le vecchie erbe e si propizia il nuovo raccolto. Il progetto si ispira proprio a Is lampadas, nel suo valore simbolico e propiziatorio: il volume si scompone in elementi di scala più piccola, ognuno con una propria geometria diversa, ognuno con due anime, una opaca e una luminosa: moderne lampadas con intensità luminose differenti. Questi volumi, Is Làmpadas, riorganizzati in una composizione ordinata, saranno i fuochi di buon auspicio dei giorni in cui la notte lascia spazio alla luce.

Is Làmpadas sono composte di due materiali che richiamano altrettanti elementi del paesaggio: per la terra il Cor-ten e per la luce, il policarbonato. La principale peculiarità dell’acciaio Cor-ten è la formazione di una patina di ruggine, che varia di tonalità col passare del tempo; la sua colorazione bruna, che ricorda i colori della terra e delle rocce della zona, lo rendono il materiale ideale per l’inserimento armonico nel contesto territoriale. Una finitura “naturale”, che si radica al suolo, come i manufatti tradizionali: i muretti a secco, i ripari in pietra dei pastori vicino agli ovili, le tombe dei giganti, i nuraghi e i pozzi sacri. La parte superiore delle Làmpadas è rivestita in policarbonato opalino diffondente, retroilluminato a bassa intensità, per creare una luce diffusa e piacevole, un ricordo delle antiche tradizioni che si accosta a un segno del futuro, l’arrivo della corrente elettrica, in un immaginario sospeso tra tradizione e innovazione. Con il diminuire della luce naturale e l’accensione delle lanterne, l’edificio diventa un landmark nel paesaggio notturno. Il sistema di illuminazione utilizza corpi illuminanti con tecnologia led e ottiche ad alto rendimento per ridurre al minimo i consumi elettrici mantenendo un elevato effetto luminoso. Il dispositivo di gestione consente di regolare l’accensione e lo spegnimento mediante un sensore crepuscolare.

La pubblicazione è avvenuta a seguito del conseguimento di specifica autorizzazione da parte di Terna Rete Italia S.p.A., unica proprietaria del progetto.

Read more
Cliente
TERNA SPA
Dimensioni
60.000 MQ
Status
Concorso - primo premio - in progress
Fotografie
Anno
2021
Design Team
Roberto Murgia
Francesco Trudu
Jacopo Pellegrini
Rossi Banchi LIghting design
Luca Zanette
Valentina Ravara
Stefano Privitera
Stefano Gatti
STAZIONE ELETTRICA DI CONVERSIONE
STAZIONE ELETTRICA DI CONVERSIONE
STAZIONE ELETTRICA DI CONVERSIONE
STAZIONE ELETTRICA DI CONVERSIONE
STAZIONE ELETTRICA DI CONVERSIONE
LOFTS N°5
2009
At Work
LOFTS N°5
2009
At Work
CORMAN
2017-2018
At Work
CORMAN
2017-2018
At Work
RICERCA
2017
At Work
RICERCA
2017
At Work
ICR INDUSTRIE COSMETICHE RIUNITE
2015-2016
At Work
ICR INDUSTRIE COSMETICHE RIUNITE
2015-2016
At Work
FERRARI
2007
At Work
FERRARI
2007
At Work
RISTORANTE PER CLEARY GOTTLIEB
2010
At Work
RISTORANTE PER CLEARY GOTTLIEB
2010
At Work
EDI EFFETTI DIGITALI ITALIANI
2010-2011
At Work
EDI EFFETTI DIGITALI ITALIANI
2010-2011
At Work
STUDIO LEGALE CERAMI
2012
At Work
STUDIO LEGALE CERAMI
2012
At Work
ART&DIL
2012
At Work
ART&DIL
2012
At Work
STUDIO LEGALE LMS
2008-2009
At Work
STUDIO LEGALE LMS
2008-2009
At Work
GALLERIA SAN BABILA 4|A LOBBY
2014
At Work
GALLERIA SAN BABILA 4|A LOBBY
2014
At Work